Castello Svevo – Borgo Vecchio

Comune di TERMOLI

  • Castelli e ville

Nel pittoresco scenario di Termoli, è il Castello Svevo a raccontare le storie avvincenti del passato. Questa maestosa torre si erge nella cinta muraria del borgo vecchio e la sua aura evoca un passato affascinante e influente. L’architettura del Castello non solo testimonia la sua funzione difensiva, ma ne determina anche il genius loci locale, influenzando la connessione emotiva tra gli abitanti e la loro città. Ed è così che l’ambivalenza di questa struttura imponente accanto alle piccole abitazioni diventa una armoniosa fusione fin un primo sguardo.

Nel 1885 il Castello fu dichiarato monumento nazionale e museo storico regionale e oggi ospita mostre d’arte temporanee e cerimonie di matrimonio civile. Da non perdere, ogni 15 agosto, il suggestivo evento dell’incendio del castello, rievocazione dell’assalto turco, in cui il borgo viene illuminato da giochi di fuochi e colori.

Il Borgo Antico di Termoli, situato su un promontorio affacciato sull’Adriatico, offre uno spettacolo pittoresco. Il porto, simbolo di transito e commercio, e i trabucchi, antiche macchine da pesca, raccontano storie di vita passata. Attraversando i vicoli e le piazze del Borgo Vecchio, si svelano angoli suggestivi. Montecastello, con la sua vista panoramica, regala scorci mozzafiato sul mare e sulle isole Tremiti. Vico Il Castello, uno dei vicoli più stretti d’Europa, è un gioiello da scoprire.
Da non dimenticare poi la Cattedrale, edificata sull’insediamento più antico del Borgo, che testimonia il legame tra storia e religione. Distrutta e ricostruita nel corso dei secoli, rivela reperti che risalgono all’età del bronzo e mosaici pavimentali. Una passeggiata attraverso le vie medievali permette ai visitatori di immergersi nel passato affascinante di Termoli, tra tradizioni e tesori nascosti.

Gli del luogo

Castello Svevo – Borgo Vecchio

Turista

Culturale

  • Turista

    Culturale

NAVIGA PER PUNTI DI INTERESSE

Esplora il territorio

Scopri le attrazioni più interessanti

  • Riserve

Riserva MaB Unesco Collemeluccio – Montedimezzo

Vastogirardi, Molise

MAB è l’acronimo del Programma scientifico intergovernativo intitolato “Man and the Biosphere”, “L’uomo e la biosfera”, varato nel 1971 dall’Unesco per promuovere un rapporto equilibrato fra uomo e ambiente. Ecco, nell’Alto Molise ci si può immergere nella Riserva MAB di Collemeluccio- Montedimezzo, caratterizzata da natura incontaminata e da paesaggi di grande fascino, resi tali anche da costumi e tradizioni locali ben radicati.

Il bosco di abete bianco di Collemeluccio fu acquistato nel 1628 dalla nobildonna Melucci, che lo portò in dote per le nozze con il Duca D’Alessandro di Pescolanciano, e poi nel 1895 fu espropriato dal Banco di Napoli e venduto in tre blocchi ad altrettante famiglie benestanti della zona. Frazionato più volte per successioni ereditarie, oggi si compone di 363 ettari a fronte dei circa 500 ettari originari. Dal 1971, 187 ettari sono diventati Riserva Naturale Orientata, e nel 1977 altri 160 ettari Bosco da Seme-Riserva Biogenetica.
Nel sottobosco rigoglioso si trovano biancospino, agrifoglio, prugnolo, nocciolo e salice. Nelle radure e lungo i margini sono diffusi meli, peri selvatici e sorbi. Cinghiale, lepre, tasso, martora, donnola, faina, volpe, poiana, gufo, barbagianni, scoiattolo, ghiro, ghiandaia e molti passeracei sono solo alcune delle specie che la abitano, insieme al gambero di fiume tipico dei corsi del Trigno e del torrente Salcitaro.

Ben altra storia riguarda la Riserva MAB di Montedimezzo-Feudozzo-Pennataro. I suoi 1.170 ettari furono nel XIII secolo di proprietà degli Angioini, poi dal 1606 dei Monaci Certosini di Napoli e infine del regio patrimonio della Casa Borbonica come Reale Riserva di Caccia. Con l’avvento dell’unità d’Italia, passò allo Stato e da qui all’Amministrazione Forestale come bene inalienabile dello Stato. Oggi, quest’unica grande realtà della Riserva MAB di Collemeluccio- Montedimezzo è lì da vedere, visitare e vivere pe una immersione totale nella natura.

Scopri di più arrow-right

Eventi

Sagra del Pesce

Enogastronomico

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 1 Giorni

Visita il sito

Incendio Al Castello

Culturale

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 1 Giorni

Visita il sito

San Basso e la tradizionale processione a mare

Religioso

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Notte nel Borgo Antico

Culturale

Comune: Montenero Di Bisaccia

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Sagra del Pesce

Enogastronomico

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 1 Giorni

Visita il sito

Incendio Al Castello

Culturale

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 1 Giorni

Visita il sito

San Basso e la tradizionale processione a mare

Religioso

Comune: Termoli

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Notte nel Borgo Antico

Culturale

Comune: Montenero Di Bisaccia

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito
Skip to content