Circuito Museale della Spezia

Comune di LA SPEZIA

  • Tour

Per valorizzare la ricchezza culturale della Spezia e arricchire l’esperienza turistica, è stato istituito un circuito museale che si snoda attraverso le vie del centro storico, che collega i musei Museo del Castello di San Giorgio, Museo Civico “Amedeo Lia”, Museo Navale, CAMeC – Centro di Arte Moderna e Contemporanea, Museo del Sigillo, Palazzina delle Arti “L. R. Rosaia”, Museo Etnografico “Giovanni Podenzana”, Museo Nazionale dei Trasporti.

Gli del luogo

Circuito Museale della Spezia

Turista

Culturale

  • Turista

    Culturale

NAVIGA PER PUNTI DI INTERESSE

Esplora il territorio

Scopri le attrazioni più interessanti

  • Mare

Baia del Silenzio

Sestri Levante, Liguria

Nel 2019, nel listing delle 10 più belle spiagge d’Italia dei TripAdvisor Travelers’ Choice Beaches Awards c’era la “Baia del Silenzio”, la più piccola delle due Baie di Sestri Levante. La località balneare è da sempre una delle più gettonate della Riviera Ligure di Levante, nel genovese, così come da sempre è fonte d’ispirazione per letterati, artisti e menti elevate. Infinita la lista dei personaggi illustri che qui si sono rifugiati per una vacanza più o meno lunga: fra questi, il compositore Richard Wagner, lo scrittore olandese Arthur Van Schendel, lo scienziato Gugliemo Marconi, i cui esperimenti avevano luogo nell’omonima Torre Marconi.
Gli elementi che creano la magia della “Baia del Silenzio” – battezzata così per la prima volta nel 1919 dal poeta Giovanni Descalzo – sono l’acqua cristallina, la sabbia fine, il riparo offerto dal promontorio di Punta Manara, le tipiche casette liguri dai toni pastello alternate da eleganti edifici di aristocratica memoria, simbolo di ciò che nell’800 fu il Gran Tour da queste parti.

Scopri di più arrow-right
  • Castelli e ville

Castello Brown

Portofino, Liguria

Genova vs Milano. Si può riassumere così la storia all’origine del Castello Brown di Portofino. I fatti: nel 1425, Tomaso Fregoso, doge della Repubblica di Genova fino al 1421, occupa il borgo e la sua fortezza, per contrastare il tentativo di evasione di Filippo Maria Visconti duca di Milano. Nel 1430, ci pensa Francesco Spinola di Ottobono a rimettere le cose a posto e a far tornare Portofino e la fortezza fra i possedimenti della “Superba”. Strategico con la sua funzione di “vedetta” sul borgo e sul Golfo del Tigullio, il castello è nei secoli oggetto di numerosi assedi, e poi di diversi lavori di restauro e ampliamento, alcuni voluti e condotti persino da Napoleone Bonaparte in persona. Dal 1867 al 1905 diventa dimora di Montague Yeats Brown, console inglese a Genova, e poi dal 1949 della famiglia Baber. Nel 1961, Castello Brown viene acquistato dal Comune di Portofino, che ad oggi ne fa il suo vessillo, affittandolo anche come location per eventi e matrimoni. Decisamente da favola.

Scopri di più arrow-right
  • Mare

Baia delle Favole

Sestri Levante, Liguria

Fra i tanti scrittori e poeti rimasti incantati da Sestri Levante c’è il danese Hans Christian Andersen, “vittima” pure lui del classico Grand Tour che nel 1833 lo portò a soggiornare per un periodo in questo angolo magico di Liguria. Al Maestro della letteratura d’infanzia si ispirò più di cento anni dopo il presentatore televisivo Enzo Tortora, ribattezzando una delle due anse di Sestri “Baia delle Favole”, contrapposta alla “Baia del Silenzio”, il cui nome si deve a un altro poeta, ligure questa volta, Giovanni Descalzo, che la chiamò così per la prima volta nel 1919. Non poteva dunque esserci location migliore di Sestri per il Concorso Letterario Premio Hans Christian Andersen, dal 1967 il più importante riconoscimento per l’editoria per i più piccoli. Così come non poteva esserci collocazione più romantica per il porticciolo turistico di Sestri Levante, con i pontili che si allungano davanti alla spiaggia di ghiaia e sassolini, punto ideale per attendere il tramonto.

Scopri di più arrow-right
  • Natura

Golfo dei Poeti

La Spezia, Liguria

Il Golfo della Spezia, posizionato all’estremità della regione Liguria lungo la costa orientale del Mar Ligure, è un’ampia insenatura con affacci su Portovenere a ovest, La Spezia al centro e Lerici a est. Comunemente noto come Golfo dei Poeti, deve il suo nome alla presenza di numerosi scrittori, poeti e artisti che nel corso dei secoli hanno scelto questi pittoreschi borghi come dimora temporanea. Tra i noti residenti si ricordano lo scrittore David Herbert Lawrence, la scrittrice e pittrice George Sand, il poeta Lord Byron e i coniugi Shelley, Percy Bysshe e Mary, poeta e scrittrice.

La bellezza mozzafiato del paesaggio del Golfo dei Poeti si fonde con un’ampia offerta turistica che si estende dalla costa alle aree interne, collegando i vari borghi attraverso un circuito culturale ricco di musei, castelli e siti archeologici. Questi luoghi non solo catturano l’attenzione dei visitatori, ma offrono anche una connessione autentica con la cultura e le tradizioni locali, arricchendo così l’esperienza complessiva del viaggio.

Scopri di più arrow-right
Fotostudio Lovisolo
  • Aree marine protette

Santuario dei Cetacei

Savona, Liguria

Quando si parla di whale watching si pensa immediatamente ai mari lontani, quelli del Canada, delle coste del Centro America, del Sudafrica e così via. Non certo al Mare Nostrum. Invece, da Genova, Genova Pegli, Varazze, Savona, Loano e Andora ci si può imbarcare sui natanti del Consorzio Liguria Via Mare attrezzati per la pratica dell’ “avvistamento balene” per partire alla volta del cosiddetto Santuario dei Cetacei, al largo delle coste della Liguria. Compagnia ormai leader del settore per l’Italia, il Consorzio propone una serie di attività ed escursioni che fanno da richiamo anche al pubblico straniero, desideroso di scoprire la Riviera di Levante da un punto di vista insolito. Fra le tratte più gettonate, quelle che fanno scalo a San Fruttuoso, Portofino e alle Cinque Terre.

Scopri di più arrow-right
  • Arti, Saperi e Sapori

Il Chinotto di Savona

Savona, Liguria

Dalla spedizione di Marco Polo in poi, dalla Cina incominciarono ad affluire nel Vecchio Continente prodotti di ogni genere prima sconosciuti alla popolazione. Oltre alla rinomata seta, anche molti prodotti commestibili, fra cui il chinotto, frutto giunto a noi a partire dal Cinquecento. Il chinotto attecchì soprattutto in alcune zone d’Italia, fra le quali c’era il savonese, dove riscosse da subito un certo successo di pubblico. Qui, l‘agrume è oggi riconosciuto e protetto come Presidio Slow Food: dai frutti verdastri e dal sapore amaro, è consumato anche come candito, usato in pasticceria e conservato sotto sciroppo.

Scopri di più arrow-right
  • Castelli e ville

Fortezza del Priamar

Savona, Liguria

Là dove dal 1542 in poi si è fatta la guerra, ora si fa cultura. Dopo anni di abbandono e degrado, la Fortezza del Priamar è tornata finalmente accessibile, restituendo al Comune di Savona, committente dei lunghi lavori di restauro, una vera e propria “cittadella” vocata alla bellezza, all’arte e alla conoscenza. Nell’immenso complesso monumentale – oltre 50.000 i metri cubi di superficie riattati – sono oggi allestiti il Civico Museo Archeologico e il Museo “Sandro Pertini e Renata Cuneo”, il Palazzo del Commissario come spazio per rassegne, laboratori e performance artistiche, il suggestivo ambiente delle Cellette e il Palazzo della Sibilla diventato Centro Congressi di rilevanza internazionale. La missione culturale della Fortezza del Priamar non si esaurisce all’interno del complesso, ma si allarga al Piazzale del Maschio, dove ogni estate viene allestito un teatro all’aperto con oltre 600 posti numerati, per un cartellone ricco di eventi.

Scopri di più arrow-right
  • Mare

Baia dei Saraceni

Finale Ligure, Liguria

Sabbia bianca e acque trasparenti caraibiche. La “cartolina” di presentazione di Baia dei Saraceni sembra riportare a lidi lontani, invece siamo a Varigotti, frazione del comune di Finale Ligure in provincia di Savona. Sono echi esotici inaspettati lungo la costa ligure, che fanno di questo paesino una meta obbligata, per la bellezza delle sue spiagge e per l’atmosfera che si respira fra le strette vie del Centro Storico detto Borgo Saraceno. L’origine antica è attestata dal II d.C., ma è la Torre Saracena a Punta Crena che fa capire la conformazione difensiva di tutto l’impianto abitativo, una maglia intricata con piazzette, pozzi e vicoli stretti che d’un tratto sbucano sul mare. E qui, fra Punta Crena e la spiaggia di Malpasso, ecco appunto la spiaggia di Baia dei Saraceni, colpo d’occhio che non si scorda.

Scopri di più arrow-right
  • Aree marine protette

Porticciolo di Portofino

Portofino, Liguria

Portofino è per definizione sinonimo di vacanza, bellezza, charme, natura, arte, storia, lusso e lifestyle. E’ la summa del Made in Italy, di ciò che fa sognare di fare un viaggio nel Bel Paese, e che per magia si ritrova tutto in un luogo a misura d’uomo, da scoprire in ogni sua parte in pochi passi. Almeno se si vuole restare nell’abitato, stretto attorno alla famosa “Piazzetta”, perché per il resto, servono gambe e tempo per esplorare il Parco Naturale Regionale di Portofino che si inerpica sul promontorio, fino a Punta Chiappa, e si protende nel blu con l’Area Marina Protetta, offrendo ovunque vedute a dir poco spettacolari sul Golfo del Tigullio da una parte e il Golfo Paradiso dall’altra.

Il mito della destinazione da luxury lifestyle inizia nei primi anni del Novecento, grazie all’arrivo dei primi flussi turistici da Germania e Gran Bretagna. A dare un ulteriore sprint è ciò che accade negli anni della “Dolce Vita”, quando in Piazzetta arrivarono il Duca di Windsor e Wallis Simpson, e al loro seguito Humphrey Bogart e Lauren Bacall, Richard Burton e Liz Taylor e così via, senza sosta fino ai giorni nostri, in un crescendo di status della destinazione, delle strutture ricettive e di tutto ciò che le circonda.

Da allora, l’economia di Portofino è generata per lo più dal turismo, attirato dalle sue case colorate, dallo charme d’insieme fra natura e piccole perle d’arte, come per esempio la duecentesca Chiesa di San Giorgio, dedicata al santo patrono festeggiato il 23 aprile con il tradizionale falò in Piazzetta, e il Castello Brown, realizzato nel Medioevo dai Genovesi e diventato poi nel 1867 dimora del console inglese Montague Yeats Brown. Oggi il Castello è aperto al pubblico per le visite e come location di eventi che fra i plus hanno il vantaggio di godere di una terrazza belvedere invidiabile. Da quassù si domina tutta la Baia di Portofino, in un quadro d’insieme animato da decine di imbarcazioni in ogni stagione dell’anno. Il Porticciolo è innegabilemente il più famoso del mondo, nonostante i posti barca siano contati: 14 per imbarcazioni da diporto e Super-yacht, 2 posti per Mega-yacht, e 3 aree di ricezione tender. Pochi ma buoni, che si fanno notare per stazza, servizi a bordo e per chi con il tender sbarca in Piazzetta trasformandola ogni volta in un set con paparazzi al seguito.

Scopri di più arrow-right
  • Scienza e Natura

Acquario di Genova

Genova, Liguria

Numeri iperbolici quello dell’Acquario di Genova, attrazione primaria per la destinazione di Genova ma non solo: 27 mila metri quadrati, 71 vasche e oltre 12 mila animali di 600 specie diverse e soprattutto più di un milione di visitatori l’anno. Inaugurato nel 1992, è stato uno dei grandi protagonisti della scena nell’anno delle Colombiadi, celebrazioni straordinarie per i 500 anni dalla scoperta dell’America. Un momento indimenticabile per tutti i genovesi, al centro del mondo e con la spinta di un nuovo volto da mostrare con orgoglio: accanto al Centro Storico Patrimonio dell’Umanità, ecco comparire le avveniristiche architetture firmate dal genovese Doc più famoso del mondo, Renzo Piano. Fra queste, il Bigo, il Padiglione del Mare e della Navigazione, la Città dei Bambini, la multisala cinematografica, la Bolla – la celebre sfera di cristallo e acciaio invasa di farfalle, e qui accanto appunto l’Acquario, la più grande esposizione acquatica in Europa, con il Padiglione Cetacei e con le 19 vasche del Padiglione Biodiversità, ospitato all’interno della Nave Italia, riprogettata e ormeggiata nel Porto Antico. Attrazione nell’attrazione è poi la vasca tattile dove i bambini e tutti i visitatori possono accarezzare le razze.

Scopri di più arrow-right
  • Eventi

Salone Nautico

Genova, Liguria

I diportisti lo sanno: fra settembre e ottobre, la meta è Genova. Dal 1962, quando oramai è tempo di salutare l’estate, qui si svolge il Salone Nautico Internazionale di Genova, il maggior Salone del Mediterraneo e una delle principali fiere mondiali dedicate alla nautica da diporto.

A riconoscerne il valore è stata anche la Federazione Internazionale degli Organizzatori di Esposizioni di Barche: da quella prima edizione articolata su una superficie espositiva di 30.000 mq, si è andata vieppiù ampliando fino a ricoprire oltre 200 mila mq di spazi a terra, cui si aggiunge uno specchio acqueo di altri 100 mila mq. Dal 1966 il Salone Nautico Internazionale di Genova è organizzato in partnership con UCINA Confindustria Nautica, l’associazione italiana delle industrie nautiche da diporto.

Scopri di più arrow-right

Eventi

Festa della Cultura Contadina

Enogastronomico

Comune: Zignago

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Festa dei Gunbi

Enogastronomico

Comune: Toirano

Mese di inizio: Agosto

Durata: 4 Giorni

Visita il sito

Torta dei Fieschi

Culturale

Comune: Lavagna

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Riviera International Film Festival

Culturale

Comune: Sestri Levante

Mese di inizio: Agosto

Durata: 10 Giorni

Visita il sito

Festa della Cultura Contadina

Enogastronomico

Comune: Zignago

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Festa dei Gunbi

Enogastronomico

Comune: Toirano

Mese di inizio: Agosto

Durata: 4 Giorni

Visita il sito

Torta dei Fieschi

Culturale

Comune: Lavagna

Mese di inizio: Agosto

Durata: 2 Giorni

Visita il sito

Riviera International Film Festival

Culturale

Comune: Sestri Levante

Mese di inizio: Agosto

Durata: 10 Giorni

Visita il sito
Skip to content